Statistiche

  • Interventi (1589)
  • Commenti (0)

Archivi

giovedì 23 luglio 2015 16:30:00

Nella suggestiva cornice del Business Design Centre di Islington, in occasione della fiera dell’eccellenza italiana Bellavita Expo, la UK Sommelier Association / Club AIS London ha incoronato il miglior Sommelier del Regno Unito.

La complessa prova scritta è stata affrontata da otto semifinalisti provenienti da alcuni dei migliori ristoranti in UK. Sul palco della fiera sono poi stati proclamati i tre finalisti, che si sono confrontati innanzi a una commissione di giudici di altissimo profilo. I Master of Wine David Bird e Peter McCombie, il giornalista del The Indipendent Anthony Rose, l’editore del Magazine Glass of Bubbly Christopher Walkey, il vicepresidente del UK Bartender Guild Michael Sweetman hanno affiancato Andrea Rinaldi, presidente di UKSA. Per l’occasione sono arrivati dall’Italia Cristiano Cini, Responsabile Nazionale dei Concorsi AIS, e Simona Bizzarri, Responsabile della Scuola Concorsi AIS.

La gara ha regalato uno spettacolo affascinante, che ha catturato il pubblico londinese. Lo stile e l’eleganza nella performance del primo concorrente, Vincenzo Arnese, sommelier al Dinner by Heston Blumenthal, ha da subito evidenziato l’alto livello dei concorrenti. Il giovane ma esperto Vincenzo, diplomato AIS e Master Sommelier, ha sfoggiato una presenza scenica spigliata, guidata da una grande conoscenza e una notevole sicurezza tecnica nella degustazione e nel servizio. La sua esibizione ha conquistato pubblico e giudici, decretandolo vincitore a pieni voti.

Il secondo classificato, Matteo Montone, diplomato AIS e senior sommelier al The Ritz, non è stato da meno. Molto elegante nel servizio, preciso e accurato nella degustazione e negli abbinamenti, ha superato brillantemente tutte le prove, ma è stato tradito dall’emozione, risultando un po’ meno sicuro del vincitore.

Il terzo classificato, Ramiro Fernandez, sommelier e wine buyer al Frederick’s, ha sfoggiato una buona padronanza nel wine tasting e del servizio, ma ha patito la pressione emotiva incorrendo in alcune imprecisioni, guadagnandosi comunque l’applauso del pubblico.

La competizione, catturando l’attenzione dell’intera fiera, ha attirato centinaia di spettatori. Il mondo del vino in UK, infatti, affascina molto, ma ha ancora tanto da rivelare. L’interesse per quella che in ambiente londinese è considerata una professione emergente e di tendenza cresce in maniera costante ed esponenziale. I sommelier sono considerati le rock star del mondo del catering e il loro talento e le loro capacità attirano l’attenzione di media e pubblico. Riempie di orgoglio constatare che i sommelier italiani eccellono su tutti gli altri. La passione, l’eleganza e lo stile nel servizio uniti alla grande preparazione, segni distintivi dei sommelier diplomati AIS, trovano qui una corsia preferenziale.

In un ambiente come quello della ristorazione londinese, caratterizzato da altissimi standard, fatto di grandi nomi, famosi chef e un’agguerrita competizione, le probabilità di essere accolti da un nostro sommelier sono estremamente elevate e aumentano di anno in anno grazie all’instancabile lavoro del Club AIS di Londra.

Vivissimi complimenti vanno quindi al vincitore Vincenzo Arnese, e al secondo classificato, Matteo Montone. Un commosso grazie per aver portato in alto la nostra bandiera e il nostro tastevin!

 

 
Il Tastevin del vincitore   Vincenzo Arnese, Matteo Montone
e Ramiro Fernandez
 
Cristiano Cini, Andrea Rinaldi e Simona Bizzarri   Armando Pereira, Vincenzo Arnese,
Federica Zanghirella e Andrea Rinaldi

UK Sommelier Association / Club AIS London

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)