Statistiche

  • Interventi (1597)
  • Commenti (0)

Archivi

venerdì 21 giugno 2019 08:30:00

Grazie al progetto Reinventing cities, nato per riqualificare luoghi dismessi in grandi città europee, la città di Milano avrà un proprio vigneto urbano. Sarà realizzato in via Serio, vicino alla Fondazione Prada, e crescerà lungo un palazzo in via di riqualificazione, da terra fino alla terrazza. Il progetto si chiama Vitae, ed è frutto dell'impegno del gruppo immobiliare Covivio assieme a Carlo Ratti, architetto e ingegnere, fondatore dello studio CRA (Torino e New York) e direttore del Senseable City Lab al MIT di Boston. 

L'idea alla base del vigneti è proporre un modello avanzato di convivenza urbana, un umanesimo verde simboleggiato da una grande spirale verde, un sentiero di viti che da terra salirà fino in cima, ricalcando la forma della doppia elica del DNA, a simboleggiare il legame tra ricerca e biofilia. Una scelta non casuale, considerando che l'edificio sarà destinato ad attività di ricerca medica. Sul tetto i visitatori troveranno pergolati e orti, serre stagionali e il cosiddetto giardino dei semplicitutti ambienti collettivi finalizzati alla sperimentazione scientifica. 

Tutto il progetto si basa su tecniche e tecnologie fondate sul minimo impatto ambientale: fonti di energia rinnovabile, materiali da costruzione sostenibili e gestione responsabile delle risorse idriche. I diecimila metri quadri del progetto saranno destinati a ospitare spazi per eventi pubblici su nutrizione e istruzione, ricerca oncologica molecolare e una foresteria per ricercatori internazionali. Un modello di vita ecologica di cui il vigneto rappresenterà il più visibile e scenografico ambasciatore. 

Ufficio Stampa AIS


Source: https://www.federvini.it/trend-cat/1422-a-milano-una-vigna-urbana-da-200-metri-vicino-alla-fondazione-prad

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)