Associazione Italiana Sommelier

 

Tiefenbrunner in bianco pinot

Statistiche

  • Interventi (1663)
  • Commenti (0)

Archivi

mercoledì 25 novembre 2015 16:30:00

Indubbiamente la storia del vino dell’Alto Adige non può non annotare l’importanza strategica che i viticoltori Tiefenbrunner hanno avuto nel “pulire” le caratteristiche organolettiche dalla consuetudine del fare il vino in volumi.

Già si meriterebbero un premio alla carriera per il Feldmarschall von Fenner, perché tirar fuori da un Müller Thurgau un vino di siffatta eccellente sideralità è intuitiva cerebralità per pochi geni dell’enologia.

Ma Tiefenbrunner è anche altro, è anche vino entry-level (così dicono oltre manica), per cui eccoci alle prese con Anna, un Pinot bianco/Weissburgunder DOC Alto Adige, vendemmia 2014, gradi 13,5. Paglierino d’immediatezza cristallina appena si riverbera nel raggio di sole pomeridiano di questo novembre. Ha una moralità odorosa integerrima, niente è lasciato all’ovvietà non pinot bianco; quindi niente erbaceo amaricante, niente agrume, ma tutta un’ovattata sinfonia di sofficissima aromaticità: burro e confettura di pomodoro verde, gelatina di susina, gelsomino e magnolia, è ancora molto fragrante e si vezzeggia in una nota di “talco” che fa tanto, ma tanto, bianco pinot. Sapido e morbido, ma di una sapidità più creata dalla saporosità degli acidi che dalla sostanza estrattiva di qualche roccetta pedemontana. È un pinot bianco da manuale, una testimonianza di cosa potrebbe essere l’Alto Adige per questo e con questo vitigno (sappiamo di Terlano… tranquilli). Infine l’alcol, quei 13,5 non si avvertono, calore e disidratazione si nascondono dietro la purezza dolcificante della freschezza e l’eleganza della mineralità. Solo il finale di bocca resta incanalato in un’estenuante (gradevole però) ciclicità di morbido frutto, se si fosse allargato in altre offerte avrebbe spiccato il volo verso la cima Coppi. Lucio Battisti lo diceva: “Hai ragione anche tu… cosa voglio di più”, voglio Anna, of course! Per la cabala enologica il suo numero sulla ruota altoatesina è di 87/100.

AIS Staff Writer

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)

https://aisitalia.it/tiefenbrunner-in-bianco-pinot.aspx