Statistiche

  • Interventi (1589)
  • Commenti (0)

Archivi

lunedì 18 maggio 2015 09:00:00

Un testa a testa che ha messo in seria difficoltà la giuria e alla fine, per pochi punti, il titolo di Miglior Sommelier della Lombardia 2015 se lo è aggiudicato Telemaco Calandrino. Al secondo posto Sara Lazzeri, sommelier valtellinese che si era classificata nella stessa posizione nel 2014, al terzo Vincenzo Coria, siciliano di nascita, bresciano di adozione. Telemaco Calandrino, italo-americano, lavora a Milano presso il Ristorante Ex Mauri e ricopre il ruolo di Maître Sommelier.

Il concorso si è svolto sabato 16 maggio durante la 5°edizione della Giornata della Cultura del Vino e dell'Olio che Ais Lombardia ha celebrato nel comune di Varedo in Brianza all'interno della meravigliosa Villa Bagatti Valsecchi. In giuria Fiorenzo Detti, presidente di Ais Lombardia, Cristiano Cini, Responsabile Nazionale dell'Area Concorsi, Filippo Gastaldi, Miglior Sommelier della Lombardia 2014, Nicola Bonera, Responsabile dei Concorsi Ais Lombardia, Luisito Perazzo, membro Commissione Concorsi, e Alessandro Franceschini, giornalista.

Prima delle finali dei professionisti, sei studenti selezionati tra gli Istituti Alberghieri della Lombardia hanno partecipato alle prove scritte e orali per aggiudicarsi la terza edizione del Concorso Targa Ais per aspiranti sommelier.

Il vincitore quest'anno è il bresciano Mattia Manganaro, classe 1996, che frequenta l'I.P.S.S.A.R. Andrea Mantegna di Brescia.

Al secondo posto William Minorini dell'I.P.S.E.O.A. Collegio Arcivescovile Ballerini di Seregno, al terzo Marta Garavaglia dell'l'I.P.S.E.O.A. De Filippi di Varese. Hanno partecipato al concorso anche Diego Villa, Deborah Marocco e Martina Mascheroni.

Redazione AIS Lombardia
Foto di Massimiliano Campi

 

 

Vincenzo Coria, Sara Lazzeri e Telemaco Calandrino e, alle loro spalle, Filippo Gastaldi e Cristiano Cini.

Sopra a destra Mattia Manganaro.

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)