Statistiche

  • Interventi (1659)
  • Commenti (0)

Archivi

giovedì 27 febbraio 2014 16:30:00

Ovvero le dieci cose che rallentano il metabolismo del Sommelier

1. Non programmare pasti e degustazioni allo stesso orario giorno dopo giorno, meglio una programmazione ben cadenzata perché costringe l’organismo a bruciare più calorie tra i pasti. Precauzione massima, il solito sparkling aperitivo giusto poco prima del segnale orario delle 20. (Ndr)

2. L’uso di prodotti trattati con pesticidi può interferire con il processo di bruciare calorie. Secondo alcuni ricercatori canadesi si deve stare molto attenti che alcuni alimenti non lo siano, come: mele, sedano, peperoni, pesche, fragole, susine, uva, rucola, lattuga, cetrioli, mirtilli, patate, fagiolini e bietola. Per cui settimanalmente si dovrà optare per del vino bianco natural vegano. (Ndr)

3. Dormire troppo non fa bene, si deve dormine quanto basta, che però significa il meno possibile.

4. Non mantenere sotto controllo l’assunzione di ferro. Quindi via così con broccoli, spinaci, bietole, fagiolini verdi… e Carbernet Franc, Petit Verdot con un po’ di Malbec e Carmenère (Ndr)

5. Mangiare troppo poco o saltare il pasto. Il metabolismo va in stato d’inedia, di fame, tutto si rallenta per conservare energia, per cui si crede di bruciare calorie, e invece no! Però bere con moderazione si può. (Ndr)

6. Stare seduti o comunque nella stessa posizione di non movimento per oltre venti minuti. Qualunque posizione fissa oltre i venti minuti blocca il metabolismo. Allora meglio degustare in movimento? (Ndr)

7. Effetto Jet Lag. Questo fa soffrire il metabolismo, perché sconvolge e disarticola l’orologio che è in noi, e la perdita di questo controllo va a incidere sul metabolismo stesso, che guarda caso farà bruciare meno calorie.

8. Non assumere abbastanza calcio. Perciò oltre a consumare latte di soia, spinaci e qualche yogurt a metà mattina, optate anche per vini che arrivino da vigneti con sottosuolo calcareo, gessoso e ghiaioso. (Ndr)

9. Procurarsi un effetto disidratante per non assunzione di acqua (H2O). L’acqua aiuta a bruciare fino al 2% delle calorie. Però non si specifica se sia valida o no quella contenuta nel vino, peccato! (Ndr)

10. Non fare colazione. In questo caso il corpo brucia calorie molto lentamente per conservare dell’energia. L’American Journal of Epidemiology riporta che chi evita la prima colazione ha dalle 4 alle 5 volte la possibilità e/o probabilità in più di scivolare verso l’obesità: dicono loro! (Ndr)

Bisognerebbe anche conoscere cosa accadrebbe se la prima colazione fosse in stile François Mitterand, ex presidente di Francia, che salutava il giorno con ostriche e Champagne. (Ndr)

A questo punto… a voi la scelta!

AIS Staff Writer

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)