Associazione Italiana Sommelier

 

Si… rosato a Due Mani

Statistiche

  • Interventi (1648)
  • Commenti (0)

Archivi

venerdì 5 dicembre 2014 17:00:00

C’era una canzone con un refrain focalizzato sul "sì"… Sì viaggiare / evitando le buche più dure… e questo Si Rosato della Due Mani di Riparbella Pisa è un viaggio nell’essenza del syrah. L’azienda a dire il vero ha fatto del syrah un punto fermissimo del  proprio concetto qualitativo, abbinato a una coltivazione biodinamica.

Il 2013 Costa Toscana Igp, Rosato, 100% Syrah, ha in sé il colore di un non rosato, cioè di una rosato arrossito di rubino molto tenue, si potrebbe descrivere come buccia di ciliegia, un cerasuolo fuori dagli schemi. Ha tinta che tende a incupirsi e lascia presagire a qualcosa di ben strutturato. Gli archetti fitti e le lacrime lente c’incuriosiscono subito sul contenuto dell’alcol: pericolosamente 14% vol., o qualcosa oltre?

Naso attratto da una mole di ciliegie ammostate, schiacciate, che sembrano iniziare una fermentazione, non lasciano presagire toni freschi al palato. Il polo olfattivo esplode in un sud di giaggiolo e di arance rosse spremute. Al gusto irrompe una forza morbidamente liquida, che nella meccanicità della masticazione estrae una sostanziosità fruttata al sapore di ciliegie e di ribes rosso. Il palato si riempie di volume strutturale, non dà l’idea gustativa di stare sorbendo un rosato, ma un rosso in maschera. Il sapore del frutto compone una freschezza molto appartata, quasi intimidita dalla forza dell’alcool, tanto da chiedersi: ma ne valeva proprio la pena di strizzare 14% vol.?

Poi ripensando al tutto, ripensiamo anche al syrah, un vitigno che in solitario non è avvezzo a farsi rosato, altezzoso com’è nel presentarsi tannico e inchiostrato. Che sia un saignée? L’etichetta non riporta alcunché, interessata com’è a ribadire che si tratta di vino biologico, che è Demeter, è controllato MiPAAF e chi più ne ha più ne metta; e ci sarebbe da concludere: ma un po’ meno di alcol? Eh!

AIS Staff Writer

 

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)

https://aisitalia.it/si-rosato-a-due-mani.aspx