Associazione Italiana Sommelier

 

Saint-Émilion Aoc Vendemmia 2010

Statistiche

  • Interventi (1663)
  • Commenti (0)

Archivi

lunedì 21 gennaio 2013 16:20:00

I nostri 10 della vendemmia 2010 direttamente da Saint-Émilion

Il punto di forza dei vini di Saint-Émilion è la maestria con cui si riescono a creare le premesse affinché il Merlot affermi la sua personalità elegante e fruttata sulle altre uve.

Château Cadet Bon. 80% Merlot, 20% Cabernet Franc, per un colore che si distingue in concentrazione, ma senza per questo far perdere la luminosità del rosso granato. L’erbaceo del Merlot si fonde così bene con le spezie che il potente impatto della liquirizia è molto rinfrescante. Esprime un fruttato già sciropposo, con fondo minerale. La sequenza olfattiva incontra frequenze fruttate di ciliegia e di ribes blu e di mora, mentre solo nel finale ci si accorge del floreale. Ha una consistenza liquida molto ammorbidita dal dolce sapore di un ribes nero molto maturo, scivola al palato forte del suo lato “morbido”, ma c’è anche uno scossone tannico per affermare la potenzialità di resistenza  alla sfida dell’evoluzione in vetro. 91/100 - €  40,00

Château Clos de Sarpe. 85% Merlot, 15% Cabernet Franc. Colorato da un massiccio strato polifenolico granato, dà impressione di consistenza. Ha uno stile olfattivo che rimanda al Bordeaux d’un tempo. Il naso sembra immergersi in uno strato fruttato senza fine (mirtillo e ciliegia), prima di sfiorare quella mineralità espressione di pietra e terra rossa. Netta è la forza del tannino, che prima di combinarsi con freschezza e alcool, si lascia attrarre dalla mineralità (quindi sapidità): è proprio un bel old style. Ha corpo possente, rusticheggiante, ma incisivo per la parte tostata e speziata che attutisce la rugosità: necessiterà di tempo per armonizzarsi gusto-olfattivamente. 91/100 - € 110,00

Château Larcisse Ducasse. 85% Merlot, 15% Cabernet Franc. È notte fonda in fatto di colore, scuro, di un inchiostro consistente con unghia porpora. L’apporto della tostatura del legno c’è tutto: cannella e liquirizia a dominare e finissimo ginepro. Veramente attraente (e strano) il profumo di roccia che si spezza e quell’elegante dolce succo di fruttato (ciliegia a polpa scura, mora e prugna rossa). Ha un tocco di sottobosco, quasi fogliaceo e al tartufo nero. Gli oltre 14° si allargano in morbidezza, il flusso glicerico fa proprio l’equilibrio tattile, per cui il tannino diventa ricco di sciropposità, con rugosità lussuosa e tostatura addolcente nel lungo finale, che si arricchisce di un retro aroma dal sostanzioso fruttato, tipo frullato di ciliegia.  94/100 - € 75,00

Château Godeau. 95% Merlot, 5% Cabernet Franc. Ben fitta è la trama del colore, di un rubino scurissimo. Il profumo si esalta nell’offerta speziata: vaniglia, chiodo di garofano e liquirizia. Una leggera punta d’erbaceo precede un fruttato dalla personalità evolutiva: ciliegia di Vignola e mirtillo. Un po’ di balsamico e di grafite rende ampio l’impianto olfattivo. La sensazione tattile predomina per il suo effetto tannino/Merlot: un’astringenza scivolosa, una consistenza liquida e succosa, pienamente espressa dal sapore di una prugna a polpa scura dà un contributo di raffinatezza. Il finale del gusto si riempie di note tostate e speziate. 91/100 - € 35,00

Château La Tour Figeac. 75% Merlot, 25% Cabernet Franc. Alla vista s’osserva un effetto rubino concentrato in densità e consistenza. Ha il profumo già in via di equilibrio tra la leggiadria di una speziatura dolce di vaniglia e cannella e la volatilità di un fruttato ancora attaccato all’erbaceo, tanto che il  ricordo del mirto si miscela con il fogliaceo. Completa la finezza un tocco di carbonella e di ruggine di ferro. Anche le due personalità tattili dei vitigni si sono integrate, superbo è l’impatto tattile, abbina la potenza alla leggerezza dell’asciugamento papillare, nel finale fa capolino un alcool corroborante che rende però meno pimpante il gusto della ciliegia a polpa scura. 91/100 - € 45,00

Château La Fleur Morange. 100% Merlot. Non si trovano inclinazioni ideali per descrivere l’intensità di questo colore, solo il bordo si fa porpora. Veramente ampio e intenso fin dal primo impatto, ha un’avvolgente espressione speziata che oscilla dalla vaniglia al chiodo di garofano, dalla liquirizia al chicco di caffè e alla cioccolata amara. Facile è il riconoscimento fruttato, di prugna un po’ secca e di ribes blu; non è immune da un po’ di vegetale, come di erba tagliata. Le barrique nuove (50%) hanno arrotondato l’asperità tannica, che si fa dolce, di frutta al gusto di ciliegia, la consistenza al palato si fa sapida e calda, la persistenza aromatica finale si lascia sedurre da un tono retro nasale che mischia liquirizia e cuoio. 92/100 - € 70,00

Château Beausejour Duffau-Lagarosse. 73% Merlot, 24% Cabernet Franc, 3% Cabernet Sauvignon. Il colore è molto intenso, un’estrazione fenolica impressionante e un anello porpora molto vivace. I profumi affondano nel liquido e sembrano trattenuti, poi al primo ondeggiamento esplodono nello speziato (chiodo di garofano e vaniglia), nel fruttato (piccoli frutti maturi a bacca scura), nel minerale (grafite e carbonella), nel vegetale (foglia di alloro e felce). Al palato ha un’ottima presenza tattile, in cui la durezza del tannino apporta ancora il proprio attrito, offrendo però anche opulenza e morbidezza, sapidità, e una purezza di fruttato che dà il meglio di sé con il sapore di ciliegia dolce e l’aroma di liquirizia nel finale. 97/100 - € 200,00

Château Canon-la-Gaffelière. 50% Merlot, 40% Cabernet Franc, 10% Cabernet Sauvignon. Il colore è concentrato, denso, d’una difficile tonalità rosso granato. Classicheggiante nel profumo, anche se l’uso di legno nuovo (70%) dà uno sprint speziato di chiodo di garofano, di liquirizia, di cioccolato alla menta che offusca il valore del fruttato, di cui si coglie il sentore di ciliegia e di ribes blu. Solo con una sosta indagatrice si rileva la mineralità e il fumé da legno arso. Il profumo dà l’impressione di appallarsi; lo stesso accade al palato, dove un tannino over soft mette in crisi l’equilibrio gustativo. Il vino sembra “arrivato” a un ipotetico capolinea evolutivo e solo un finale espansivo al gusto di fresca ciliegia sveglia il gusto sapido. 90/100 - € 85,00

Château Rol Valentin. 90% Merlot, 10% Cabernet Franc, ma non c’è da giurarci. Indubbiamente espressione del Merlot è il colore ciliegioso e molto scuro. Ci attira di questo vino il mix geologico: uve da argilla e calcare per il 60% (per la potenza), le altre da suolo sabbioso (per l’eleganza fruttata). Spicca un profumo di prugna rossa, di cassis e di mora. Ha un rivolo di vegetale, tipo finocchio selvatico secco e fiori appassiti. Più che speziato dà l’impressione di empireumatico: chicco di caffè e pane grigliato con spunto affumicato. Ottimo è il volume liquido del vino, poca asperità tannica, sostanzioso nella sapidità, calorico in alcool; il meccanismo degli ingranaggi che stabilizzano le sensazioni gusto olfattive è già in movimento, finale tostato. 90/100 - € 40,00

Château Canon. 75% Merlot, 25% Cabernet Franc. Molto consistente è il fluire liquido nel bevante, scuro di rosso rubino (c’è chi si è sbizzarrito affermando che è il colore della mezzanotte?) Il profumo è invece solare, di calore che ha maturato il frutto: cassis, ribes nero, mirto; lo stesso caldo che secca il fiore (lavanda) e il vegetale (lauro e aghi di pino). Ben dosate sono le spezie, con dominante di liquirizia e residuale vanigliato. Il palato resta sorpreso dalla graziosa invadenza alcolica, che smussa un tannino vibrante e con incisivo gusto di susina scura. Si crea quindi un dualismo tannico/alcolico che fioretta con insistenza nella persistenza aromatica intensa, lasciando uscire un aroma di prugna al vino. 92/100 - € 120,00

 

Château Beausejour Duffau-Lagarosse 

97/100

€ 200,00

Château Larcisse Ducasse   

94/100

€ 75,00

Château Canon

92/100

€ 120,00

Château La Fleur Morange    

92/100

€ 70,00

Château Godeau    

91/100

€ 35,00

Château Cadet Bon     

91/100

€ 35,00

Château Clos de Sarpe      

91/100

€ 110,00

Château La Tour Figeac   

91/100

€ 45,00

Château Rol Valentin      

90/100 

€ 40,00

Château Canon-la-Gaffelière  

90/100

€ 85,00

     
© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)

https://aisitalia.it/saint-emilion-aoc-vendemmia-2010.aspx