Statistiche

  • Interventi (1659)
  • Commenti (0)

Archivi

venerdì 27 maggio 2011 17:00:00

Con la vendemmia dell'anno corrente, anche se anticipata dalle condizioni meteorologiche, in Veneto potrebbero arrivare tre nuove Denominazioni d'Origine Controllata e Garantita, che porterebbero a 14 le produzioni enologiche posizionate in cima alla scala dei riconoscimenti territoriali. Si tratta dei vini «Colli di Conegliano», «Friularo di Bagnoli» e «Montello Rosso». Il Comitato nazionale per la tutela e la valorizzazione delle Denominazioni di Origine e delle Indicazioni Geografiche Tipiche dei vini - secondo una nota della Regione Veneto - ha infatti espresso oggi parere favorevole sulle proposte formulate dal sistema produttivo interessato, alla luce anche degli esiti delle pubbliche audizioni svoltesi una decina di giorni fa. Il Comitato ha altresì approvato le modifiche ai disciplinari Doc «Montello Colli Asolani» e «Bagnoli» o «Bagnoli di Sopra». Il parere verrà ora pubblicato in Gazzetta Ufficiale e, se nei prossimi due mesi non ci saranno osservazioni, le Docg potranno venire ufficializzate a tutti gli effetti.

«I produttori del Veneto - ha sottolineato l'assessore regionale all'agricoltura Franco Manzato - hanno voluto in questo modo qualificare ulteriormente i loro vini di eccellenza e di territorio, riposizionandoli come meritano all'interno di una piramide produttiva che fa della nostra Regione il più ricco e pregiato distretto mondiale del vino».



© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)