Statistiche

  • Interventi (1652)
  • Commenti (0)

Archivi

mercoledì 27 febbraio 2013 10:45:00

Sabato 23 febbraio 2013, nell’ambito della manifestazione “Benvenuto Brunello” a Montalcino, è stato assegnato il premio Leccio d’Oro 2013, riconoscimento attribuito a tre locali nel mondo - un Ristorante, un’Enoteca/Wine Bar e un’Osteria – dotati di un’ampia ed esaustiva carta dei vini che ben rappresenti e valorizzi i prodotti del territorio montalcinese.

Durante la cerimonia organizzata al Teatro degli Astrusi di Montalcino, il prestigioso Premio 2013 è stato assegnato all’Osteria Mozza di Los Angeles per la categoria Ristoranti, all’Enoteca Cortina di Cortina D’Ampezzo e all’Osteria Brunello di Milano per la categoria Osterie. 

L’Osteria Mozza di Los Angeles – che fa parte del Mozza Restaurant Group e conta locali in tutto il mondo – è stata creata da Nancy Silverton, Joe Bastianich e Mario Batali, quest’ultimo già premiato nel 2000 per l’Osteria Babbo di New York.

L’Enoteca Cortina, nata a Cortina d’Ampezzo nel 1965 e gestita da Rita e Gerolamo (Gerry) Gaspari, offre un’accurata selezione dei migliori vini italiani e stranieri ed è diventata nel tempo una tappa obbligata dei visitatori della località.

L’Osteria Brunello, nella zona pedonale di corso Garibaldi a Milano, cuore della movida milanese, offre il meglio della cucina toscana tradizionale, di impronta tipicamente senese, con qualche omaggio alla Lombardia. L’ampia carta dei vini propone ben 54 etichette di 32 produttori di Montalcino. In questo locale ogni anno si degustano mediamente tra le 800 e 1.000 bottiglie prodotte a Montalcino.

La Giuria del Premio è composta dal Presidente del Consorzio Fabrizio Bindocci e dai componenti del Comitato di presidenza Donatella Cinelli Colombini, Marco Cortonesi, Giancarlo Pacenti, e dagli esperti Allan Bay, giornalista nel settore enogastronomico e collaboratore del Corriere della Sera; l’enogastronoma e scrittrice di libri sul cibo per il mercato USA Faith Willinger; il Presidente dell’Associazione Italiana Sommelier (AIS) Antonello Maietta e il Presidente del Gruppo del Gusto della Stampa Estera in Italia Alfredo Tesio.

Dopo la premiazione, si è svolta la tradizionale cerimonia nella piazza di Montalcino, con la posa della piastrella celebrativa dell’annata 2012. Quest’anno la piastrella è stata realizzata da una griffe della moda italiana, il marchio Cruciani, del gruppo tessile Arnaldo Caprai, diventato celebre con la linea dei braccialetti macramè Cruciani C.

Per l’edizione 2013 di Benvenuto Brunello il gruppo ha creato un braccialetto ad hoc, ribattezzato “Montalcino nel cuore”, raffigurante sei grappoli d’uva e un cuore al centro.

 

Silvio Franceschelli, sindaco di Montalcino, Fabrizio Bindocci, Presidente del Consorzio e Luca Caprai.
Nella foto in alto a sinistra la piastrella 2012. In alto a destra la proprietaria e sommelier AIS dell’Osteria
Brunello di Milano, Tunde Pecsvari, ritira il premio.

 

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)