Statistiche

  • Interventi (1659)
  • Commenti (0)

Archivi

mercoledì 23 gennaio 2013 12:15:00

I nostri 10 della vendemmia 2010 direttamente da Pomerol

Il punto di forza dei vini del Pomerol è l’effetto Merlot che annusa il suolo, è l’essere piccolo nell’essere grande, è un’ondulazione organolettica: mai troppo robusto per non sembrare elegante, mai troppo opulento per non sembrare robusto.

Château Clinet. 85% Merlot, 12% Cabernet Sauvignon, 3% Cabernet Franc.  Un’onda scura di colore imprecisato, forse granato, ha un effetto di superiore consistenza. È una bomba d’odori, con fiori a bizzeffe e frutti integri, quei piccoli frutti del Merlot: ribes, mirtillo, mora. Poi ecco lo speziato che avvolge tutto: dolce espressione di cannella, vaniglia e un finale amaricante di polvere di cacao. L’alcool impone un dilagante effetto calorico e morbido, avvolge l’effetto ruvido del tannino, rende zuccherina la succosità della prugna e scioglie la polpa di un finissimo spunto fresco di lampone. Gli ingredienti si rispettano l’un l’altro, il volume liquido unisce il sapore del cioccolato con la ciliegia e con una dolce tostatura di legno: vin sensuel! 95/100 € 120,00

Château La Violette. 100% Merlot. Nonostante la spessa massa colorata di granato, la veste si lascia ricamare da un brillante bordo violaceo. Il profumo sembra ammassato su se stesso, forse è fuorviante l’effetto della consistenza liquida. Poi sboccia la viola del Merlot, freschissima e un po’ vegetale, selvatica. Ben riconoscibile è l’apporto aromatico del legno nuovo, il cui speziato ancora non è coeso nel fruttato di ribes a bacca nera, di mora di gelso e di prugna appassita, però è finissimo nel ginepro, nella liquirizia e nella china. Strano è il suo impatto “inchiostrato” al gusto, però s’avverte la classe di un tannino che ha assorbito le sue catechine e rilascia un caldo effetto alcolico che bagna la ciliegia di Vignola, la prugna al vino e il cioccolato nero. 93/100 € 210,00

Château La Fleur de Bouard. 100% Merlot di Lalande. Il suggerimento è di definirlo color nero oceano, colore degli abissi e densità di sciroppo di mora: consistentissimo. Si annusa, e appare il carattere new style dell’enologia del Pomerol: fiori rosa, fiori di pesco, una scia d’essenze che essenzializzano una fragranza dallo spirito speziato, come d’anice stellato, come un cioccolato di Sacher Torte e una gelatina di ciliegie. Al palato s’avverte un’oleosità al gusto di cioccolato amaro, di marmellata di prugne rosse e di fico a polpa scura. Il tannino si è digerito 33 mesi di legno nuovo, ha assorbito l’ellagico e crea una stratificazione tattile signorile, è rigoglioso in sapidità e ha un finale lungo, un tapis roulant di marmellata di mirtillo. 91/100 € 45,00

Château Feytit-Clinet. 95% Merlot, 5% Cabernet Franc. Blu notte o porpora imperscrutabile, questo è il colore, liquidità molto consistente. I primi ricordi odorosi sono quelli della tostatura del legno nuovo: un po’ di carbone e di mina del lapis. Il fruttato è dolce, come di marmellata di more su pan di spagna con bagna di distillato ed essenza di tabacco. È un profumo che recupero lo stile Pomerol in tradizione, con finale di foglie aromatiche secche. L’acidità fruttata (ciliegia Merlot) va a insaporire un tannino tintosi di polvere di carbone e fumo d’asfalto. Lo pseudo calore alcolico (14,5°) compone un effetto tattile che assesta le esuberanti durezze, s’insinua nelle asperità acido/tanniche, le rimodella e disegna un ventaglio aromatico finale di speziato. 94/100 € 70,00

Vieux Château Certan. 86% Merlot, 8% Cabernet Franc, 6% Cabernet Sauvignon. Un mantello nero in una notte opaca, un rosso granato stratificato nella colorazione: è impenetrabile. Ampissima è l’offerta olfattiva, fuori tutto: dal tartufo nero, alla prugna, terra bagnata e roccia spezzata, mirtillo, mora di gelso, amarissimo cioccolato fondente (gran classe!), e poi un sorprendente floreale e tono mentolato su fondo di china. È un profumo da non smettere… smettere mai. È poco frequente riscontrare che le papille gustative prima recepiscano i sapori dei frutti, delle spezie, ed entrambi circondino un tannino vigoroso, tonico e tostato, tanto che si tesse un piano gustativo di un vellutato seduttivo e interminabile in persistenza aromatica. 98/100 € 225,00

Château Petit Village. 75% Merlot, 18% Cabernet Franc, 7% Cabernet Sauvignon. Brillante comunque, anche se il rosso porpora s’è vestito di nero. Offre un fruttato gentile e ornato di foglie fresche, le bacche della ciliegia e della prugna sembrano macerate con delle spezie: cannella e pepe nero. La spinta alcolica (14,7°) nebulizza un fumé di carboncino da disegno, di china e di mina di lapis. Il palato si segmenta in due tratti gustativi: l’inizio ha una stimolazione fresca (ciliegia e lampone), il tratto mediano ha tannino non del tutto energico, si estranea dalla masticazione e si rifugia nella parte un po’ arida dell’astringenza, questo non completa la modulazione della raffinatezza e lascia che il finale sia contaminato da un po’ di rugosità. 88/100 € 75,00

Château Nénin. 82% Merlot, 18% Cabernet Franc. Intenso sì al colore, però scrutabile e facile da definire rubino molto intenso. Un po’ di resina dolce anticipa la speziatura e la tostatura del legno, il fruttato si fa un po’ cotto, però saporito e ascrivibile al sapore di cassis e di ciliegia a polpa scura. Il tannino scolpisce la sua espressione tattile con un effetto “grip”, anzi anche un po’ granuloso, tanto che l’effetto freschezza ricorda la polpa della ciliegia marasca. Questo determina un affievolimento dell’espressione minerale e sapida, il vino sembra non possedere le potenzialità per costruire una compiuta sensazione di consistenza nel volume liquido: meno male che il finale di gusto è molto gradevole nel proprio fruttato. 85/100 € 55,00

Château Vray Croix de Gay. Merlot 75%, Cabernet Franc 25%. Ottima l’intensità colorante, tutta rubino scuro. Ancora resiste una sensazione olfattiva di erba tagliata, poi viola e fiori di ciliegio. La frutta già è scivolata sulla consistenza della gelatina, un po’ dolce e un po’ rinfrescante che ricorda il lampone e la ciliegia. Meno incisive sono le espressioni speziate, di cannella e di chiodo di garofano. Al palato il tannico irrompe corrodendo il tessuto vellutato, ha un sapore di chicco di caffè al cioccolato e deposita una mineralità terrosa. Sorpresa al secondo assaggio, il tannino non si stratifica, non eccede in secchezza,  lascia che il palato si riempia dei sapori addolcenti della prugna matura (quasi cotta nel vino) e dello sciroppo di mirtillo. 89/100 € 40,00     

Château La Conseillante. 80% Merlot, 20% Cabernet Franc. Pigmentazione colorante decisamente intensa, riconducibile a una cromaticità rosso granato. Il profumo si offre con un ventaglio abbondantemente variegato e d’ottimo equilibrio. Finissima è la sensazione cremosa del fruttato, si sviluppa con note di ciliegia, di fragola avvolta nel cioccolato e di ratafia di ciliegia. Ancora non s’è composta un’ampiezza avvolgente, resta infatti una leggera criticità erbacea, che soccomberà volentieri al minerale e allo speziato. L’attrito tannico si è già sciolto nella sciropposa espressione gusto olfattiva della marmellata di prugne, il volume liquido invade le papille con soave setosità e con un pizzicotto di freschezza (di ciliegia) in chiusura. 94/100  € 80,00

Château Beauregard. 70% Merlot, 30% Cabernet Franc. Ovviamente intenso, tinta che si amalgama tra granato e rubino, il liquido sembra un magma, tanto è concreta la massa morbida. Discretamente aperto il ventaglio olfattivo, sono tanti ma non si recano danno; s’avvantaggia una sensazione completamente fruttata, di ciliegia a polpa nera e di mirto. È piacevole raccogliere la chiusura odorosa di composta di frutta di bosco alla cannella. Al palato il tannino sembra vendicarsi del volume alcolico, tanto che la parte morbida entra in  piacevole sofferenza  e arricchisce il finale del gusto con tantissimo fruttato; però la sensazione finale torna dispettosamente tannica, nonostante il tentativo ultimo di autocorrezione in morbidezza. 88/100 € 40

 

Vieux Château Certan 

98/100   

€ 225,00

Château Clinet  

95/100

€ 120,00

Château Feytit-Clinet

94/100

€ 70,00

Château La Conseillante  

94/100

€ 80,00

Château La Violette

93/100

€ 210,00

Château La Fleur de Bouard  

91/100

€ 45,00

Château Vray Croix de Gay 

89/100

€ 40,00

Château Petit Village

88/100

€ 75,00

Château Beauregard

88/100

€ 40,00

Château Nénin   

85/100

€ 55,00

 

 

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)