martedì 12 maggio 2015 12:00:00

Perché definire il vino spiritoso? Perché oggi la degustazione del vino ha tanti proseliti? L'autrice, partendo dal doppio significato che racchiude la parola polisemica spiritoso, rivela come la degustazione di carattere edonistico abbia le valenze del gioco. Questo libro propone un punto di vista originale: il legame inscindibile tra la degustazione edonistica del vino e il gioco. Il mondo del vino è proposto in filastrocche. Ritmi vivaci descrivono il ciclo della vite, la storia, la degustazione. Passaggi di scienze sociali e ludolinguistici aprono un percorso insolito che si snoda tra gli anfratti e le dualità che caratterizzano la vita quotidiana degli individui.

Alice Lupi, giornalista, laureata in scienze della comunicazione e sommelier per passione, da anni segue il settore del vino. Ha vinto il concorso nazionale Viniadi, nel 2009, organizzato dall’Enoteca Italiana e dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Premiata, nel 2010, per i suoi articoli sul vino dalla Strada del Recioto di Gambellara e dalla Primavera del Prosecco. È membro della Stampa Agroalimentare Italiana e de Le Donne del Vino. Nel 2011, il suo profilo è stato pubblicato nella guida International Wine Journalist Book dall’Unione Italiana Vini Editrice. Alice continua a studiare seguendo un'altra sua passione, la sociologia.
Il vino è spiritoso si fregia della menzione speciale 2014 del prestigioso premio O.I.V. (Office International de la Vigne et du Vin) e il premio Gourmand Drinks Awards 2014 per l'Italia, categoria Best Drinks Writing Book.

 

Autore: Alice Lupi

BookSprint Edizioni, 2014

122 pagine

€ 12,80
 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)