Statistiche

  • Interventi (1659)
  • Commenti (0)

Archivi

venerdì 11 settembre 2015 11:00:00

L’abbiamo visto su ktvu.com ed è proprio il segno inequivocabile del cambiamento dei tempi in tutti i mondi, inclusi quelli spirituali.

A Hayward, in California, c’è un vigneto, e questo è poco male essendo il Golden State il primo produttore di vino degli Usa; però qui siamo nella East Bay e non ci sono altri vigneti se non quello di cui parla ktvu.

Guarda caso è tempo di vendemmia e intorno alla chiesa cattolica di Hayward un prete, Padre Jayson Landeza, esce dalla canonica di buon’ora avviandosi lungo i filari di una vigna che lambisce la tombe di un cimitero, osserva le pigne che splendono in tutta la loro sanità, con la pruina in bellavista, prende il suo aspersorio, formula le parole di rito e benedice con amore e carità i grappoli dell’uva. Ecco ora si può iniziare la vendemmia.

Sembra una favola, ma è tutto vero, accade proprio a Hayward e la vigna di chiama “The Vineyard at Holy Sepulchre”, e come dice ktvu “non c’è niente di insolito se i grappoli sono benedetti, però non è facile trovare delle vigne con i grappoli in un cimitero”.

Ebbene la chiesa sta coltivando la vigna nel proprio spazio cimiteriale allevando il primitivo, lo chardonnay e il pinot nero. In realtà tutte le chiese dell’Arcidiocesi di Oakland hanno piccole porzioni di vigna nei cimiteri e il totale arriva quasi a 6 ettari.

Ormai il meccanismo enologico s’è messo in moto, il vino che sarà prodotto uscirà con l’etichetta Bishop’s Vineyard e il ricavato andrà tutto per le attività caritatevoli della chiesa. Che dire?  Celestialmente geniale, altro che 5 per mille! Infatti la cosa ha suscitato un interesse così acceso che il terreno destinato alla sepoltura vicino ai filari costa di più e i fedeli fanno a gara ad accaparrarselo.

Il progetto iniziò nel 2006, con gli auspici del Vescovo di Oakland e non sembra ancora conclusosi, anche perché le vendite sono in ascesa e così anche i prezzi. Si va dagli 8 dollari del rosato ai 36,99 del Cabernet Sauvignon Collector Reserve (vendita on line su http://www.bishopsvineyard.org). Affrettatevi se interessati perché i vini sono agli sgoccioli.

AIS Staff Writer

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)