Statistiche

  • Interventi (1659)
  • Commenti (0)

Archivi

lunedì 16 novembre 2015 14:00:00

I momenti salienti del 49° Congresso Nazionale AIS svoltosi alla Diamond Tower di Milano si possono riassumere in due immagini distinte: quella delle tante, tantissime divise di rappresentanza dei sommelier riuniti al ventiquattresimo piano della spettacolare torre meneghina e quella dei tanti, tantissimi appassionati presenti ai tavoli di degustazione allestiti al The Mall, ai piedi del grattacielo.

Presentata la seconda edizione della guida Vitae, una vera e propria enciclopedia del vino italiano, a cui si aggiunge una declinazione web che la renderà uno strumento di grande fruibilità. Disponibile nei prossimi giorni online, l’App permetterà, oltre all’accesso a vini e produttori tramite le diverse chiavi di ricerca (nome, vitigno, zona, tipologia, ecc.), la geolocalizzazione dell’utente e degli eventuali produttori più vicini, nonché la messa in contatto via e-mail o telefono con l’azienda selezionata. Uno strumento innovativo che si prefigge di diventare imprescindibile per ogni appassionato di vino.

Il Presidente Nazionale dell’AIS Antonello Maietta ha aperto il Congresso alla presenza del Governatore della Lombardia Roberto Maroni, del suo vice Fabrizio Sala, che hanno avuto parole di forte apprezzamento per l’Associazione, e del Direttore Generale della prevenzione e del contrasto alle frodi alimentari dipartimento ICQRF del Ministero Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Oreste Gerini, il quale ha sottolineato l’importanza di una costante e fattiva collaborazione tra AIS e MIPAAF.

Giuseppe Scaratti, Docente di Psicologia Applicata e Lavoro all’Università Cattolica di Milano e Vincenzo Russo, Professore Associato di Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni alla IULM, hanno illustrato i temi di una ricerca effettuata con l’AIS sul rapporto tra emotività e vino. Consegnati dal Presidente Antonello Maietta i premi Surgiva e Bonaventura Maschio, appuntamenti consolidati e attesi, così come il titolo di Miglior Sommelier d’Italia, conquistato da Andrea Galanti, giovane sommelier fiorentino. Completano il podio Massimo Tortora e Maurizio Dante Filippi, livornese il primo e umbro il secondo.

Il Congresso ha certificato un’AIS in ottima salute – dichiara Maietta – con adesioni associative in forte crescita e un rinnovato interesse per i corsi di qualificazione, riscontro tangibile dell’impegno e della qualità che l’AIS dedica al mondo del vino”.

 

LE FOTO DEL CONGRESSO

 

IL VIDEO A CURA DI SIMONE SAVOIA

Ufficio Stampa AIS

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)