Statistiche

  • Interventi (1674)
  • Commenti (0)

Archivi

giovedì 11 luglio 2013 09:30:00

Un’altra tappa per il Wine in Progress Tour, la presentazione itinerante del 47° Congresso Nazionale AIS che avrà luogo a Firenze alla Stazione Leopolda il 16 e 17 novembre.

Dopo Palazzo Panciatichi a Firenze, la Sala dei Grandi della Provincia di Arezzo, Palazzo Granducale della Pro­vincia di Livorno, è toccato alla Sala della Gran Guardia a Porta a Mare di Portoferraio all’Iso­la d’Elba ospitare la conferenza stampa, a cui sono intervenuti il Presidente di AIS Toscana Osvaldo Baroncelli, il delegato dell’Isola d’Elba Antonio Arrighi e i rappresentanti delle istituzioni e associazioni di categoria.

«Sarà un evento unico per qualità e portata – ha commentato il Presidente AIS Toscana, Osvaldo Baroncelli– un momento d’incontro importante per sottolineare la propria identità all’interno del grande scenario vitivinicolo ita­liano, con inedite e interessanti occasioni di approfondimento che saranno un elemento di attrazione per migliaia di visitatori e winelovers nelle due giornate ricche di incontri, degustazioni, esposizioni e visite, idee e ispirazioni. Anche perché – ha continuato Baroncelli – la principale novità del 47° Congresso Nazionale AIS sarà l’apertura alla città per l’intera durata dell’evento: dodici ore al giorno per far degustare al grande pubblico l’eccellenza enologica italiana raccontata dai produttori dei territori viticoli italiani più rappresentativi, ma anche e soprattutto da quei sommelier AIS che ogni giorno comunicano con impeccabile professionalità e passione il vino italiano nel mondo».

«Siamo orgogliosi e onorati di accogliere qui oggi la presentazione del 47° Congresso Nazionale AIS – ha aggiunto il delegato AIS dell’Isola d’Elba Antonio Arrighi– anche perché quest’isola è da sempre culla di vini eccellenti e di qualità. Una cultura enologica che si è tramandata nel tempo e anche oggi siamo di fronte a un vero e proprio Rinascimento di questi vini, grazie alla lungimiranza e alla fiducia che i produttori hanno riposto in questa terra investendo nella viticoltura nonostante essa sia oggettivamente impegnativa per la conformazione morfologica del territorio».

Durante la conferenza stampa alla Sala della Gran Guardia si è parlato degli elementi che stanno alla base della filosofia AIS come crescita, unione e aggregazione, capacità di comunicare il valore delle idee e l’autorevolezza delle tradizioni non solo tra sommelier ma anche con produttori, giornalisti e opinion leader, ma soprattutto si è parlato del programma delle due giornate, articolate in quattro aree principali: l’area degustazione con gli espositori di vino, l’area relax & food, con degustazioni di eccellenze gastronomiche, le sale degustazioni e – nello spazio Alcatraz – un’area interamente dedicata all’olio extravergine italiano di cui Fausto Borella, pre­sidente dell’Accademia Maestro d’olio, degustatore e docente AIS, curerà l’esposizione e la degustazione. Par­ticolarmente fitto dunque il calendario dell’evento fiorentino: sabato 16 novembre alle 10.00 sarà l’Assemblea Nazionale a fare da ouverture alla manifestazione, prima dell’apertura delle porte al pubblico per una lunghis­sima sessione di degustazione libera che andrà avanti fino alle 22. Sabato sarà anche la giornata del convegno su “Clima e Vino” con illustri ospiti, dove si parlerà dell’incidenza dei mutamenti climatici nelle varie fasi della maturazione dell’uva e quindi sulla qualità del vino. Domenica mattina dalle ore 10 alle ore 12 grandi nomi e celebrities saranno invece protagonisti della tavola rotonda su “Wine Trend”: personaggi del mondo della cultura, dell’imprenditoria, della musica, dello sport che si sono innamorati del mondo del vino e che hanno compiuto la coraggiosa scelta di iniziare a produrlo nelle tenute di proprietà o acquisendo ex novo terreni su cui praticare la viticoltura. In entrambe le giornate, alle degustazioni libere si affiancheranno due degustazioni guidate di grandi vini italiani e internazionali, due incontri con altrettanti sommelier noti per la loro profes­sionalità che racconteranno la loro esperienza in giro per il mondo e il valore di questa professione, l’AIS Wine School, degustazioni guidate di olio extravergine di oliva e uno “Spazio Libero” a disposizione dei produttori che vorranno promuovere con eventi ad hoc i propri vini.

La presentazione itinerante del 47° Congresso Nazionale AIS dopo la tappa di oggi, continua con un ultimo appuntamento fissato per sabato 29 luglio a Pisa.

 

Nella foto da sinistra: il Vicepresidente Nazionale Roberto Bellini, il Presidente di AIS Toscana Osvaldo Baroncelli
e il Delegato dell'Isola d’Elba Antonio Arrighi

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)