Statistiche

  • Interventi (1662)
  • Commenti (0)

Archivi

giovedì 19 settembre 2013 17:15:00

È la fiorentina Claudia Bondi, 37 anni, sommelier AIS e wine consultant, ad aggiudicarsi la Selezione Ambasciatore dello Champagne 2013, caratterizzata quest’anno da una presenza tutta al femminile.

La nuova ambasciatrice è stata conquistata dallo Champagne perché, come ha spiegato nel corso della sua lezione, «non è un vino che accompagna solamente le festività, ma si accorda perfettamente al quotidiano delle persone perché è l’unica bevanda che rende importante ogni momento».

La prova finale si è svolta il 18 settembre presso l’hotel Park Hyatt di Milano di fronte a una commissione di cinque membri composta dal giornalista Enzo Vizzari, da Chiara Giovoni, che si era aggiudicata il titolo nel 2012, da Hosam Eldin, Delegato dell’AIS Milano, da Violaine de Caffarelli, enologa del Comité Champagne e da Domenico Avolio, direttore del Bureau du Champagne in Italia.

La Selezione Ambasciatore dello Champagne, organizzata dal Bureau du Champagne in Italia, ha visto le candidate confrontarsi quest’anno sul tema dell’unicità della Champagne in cui, nel corso di un’ideale lezione, hanno presentato le caratteristiche specifiche dei vini della più famosa regione vitivinicola al mondo. Nel corso di un’esposizione di 30 minuti, le tre candidate, Claudia Bondi, Livia Riva e Vasilica Marinela Ardelean, hanno presentato il tema dell’anno, si sono esercitate nella degustazione di quattro cuvée e hanno risposto alle domande della commissione.

Per il secondo anno consecutivo sarà dunque una donna a rappresentare l’Italia alla finale europea che si terrà a Epernay il 25 ottobre prossimo. A contendersi il titolo di Ambasciatore europeo dello Champagne 2013 saranno i nove finalisti in rappresentanza di Italia, Francia, Spagna, Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Austria, Germania e Svizzera.

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)