Statistiche

  • Interventi (1589)
  • Commenti (0)

Archivi

lunedì 11 maggio 2015 14:00:00

Si è appena conclusa la 14° edizione di "Anteprima Vini della Costa Toscana".

Un fine settimana ricco di appuntamenti: show cooking, laboratori del gusto, banchi di assaggi, sapori, storie, arte e molto di più, al "Real Collegio" di Lucca.

Evento supportato dalla professionalità dei Sommelier dell’AIS della delegazione di Lucca.

Un percorso attraverso la produzione enologica di oltre 60 viticoltori delle provincie di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno e Grosseto, con più di 400 etichette da degustare.

Un viaggio del gusto lungo la costa Toscana dalle Apuane sino alla Maremma, integrato con un percorso enologico lungo la costa dei Balcani. Protagonisti di questo nuovo percorso Grecia (mar Egeo), Bulgaria (mar Nero) e Croazia (mar Adriatico) con un dedicato banco degustazione/incontro con i produttori di questi paesi. Vini dal carattere distinto e unico, esuberanti e, allo stesso tempo, selvaggi, vini che raccontano lo spirito, i sapori e i sentori di queste terre. Storie di antiche tradizioni e di un passato, quello comunista, che ha influenzato negativamente la produzione vinicola balcanica, vini e produttori alla ricerca di una nuova identità.

Non sono mancati i laboratori di degustazione che hanno visto una grande partecipazione di pubblico: tutti i posti a disposizione sono stati esauriti. A fronte della grande richiesta di adesione l’organizzazione ha deciso di aumentare i posti che, però, non sono riusciti a soddisfare tutte le richieste.

Degustazione dell’olio extra vergine di oliva (l’oro della Toscana), la vendemmia 2005 (prima e seconda parte), Tenuta di Valgiano (verticale), i Balcani (i vini della costa) e, infine, Aleatico e Passito (la dolcezza della costa nel bicchiere) queste le degustazioni programmate.

Non solo un grand’interesse da parte del pubblico (sono stati consegnati oltre 5000 bicchieri), ma anche da parte di istituzioni, stampa specializzata e addetti ai lavori (enologi provenienti da altre parti d’Italia).

Grandi Cru della Costa Toscana ha informato la stampa specializzata di aver ricevuto da un congruo numero di produttori della costa la richiesta ufficiale di adesione all’Associazione.

È facilmente prevedibile che in occasione dell’edizione 2016 i visitatori vedranno incrementare il numero di etichette in degustazione.

Piero Pardini

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)