All’interno del Vinitaly anche quest’anno l’Associazione Italiana Sommelier ha dedicato ai suoi associati uno spazio Lounge, posto al primo piano del padiglione 10, creato per incontri tra gli associati, per eventi AIS e anche per isolarsi dalla confusione dei padiglioni della fiera in un’atmosfera ovattata e protetta. Il progetto di allestimento viene curato, da 6 anni, da Alessia Cipolla, architetto e sommelier di lungo corso, e dal suo team dello Studio Archipass/La Costruzione del Gusto, proponendo un tema ogni anno diverso e riferibile alla cultura del Vino e della Tavola.

Per l’edizione 2018 Alessia Cipolla ha ideato il concept TAVOLE DIVINE, con la composizione di due grandi pareti per un totale di 23 metri di lunghezza, selezionando 55 tra i dipinti più affascinanti della storia dell’arte europea principalmente dei secoli XVI, XVII, XVIII: magnifiche nature morte, incantevoli dettagli di tavole imbandite e affascinanti scene mitologiche riferibili a Bacco hanno animato le due pareti, una perfetta scenografia per gli eventi e gli incontri svoltisi nella Lounge. L’idea è stata quella di selezionare i dettagli, a tema Gusto, più significativi della storia dell’arte di quei secoli, ricomponendoli come se fosse un’unica opera d’arte. D’altronde, la storia della cultura a Tavola dell’umanità passa anche attraverso la storia dell’arte ed è proprio attraverso la rappresentazione del Gusto che si possono evidenziare e apprezzare le mode, i gusti, i particolari e le arti “minori” di determinate epoche storiche. Tra i pittori selezionati si notano, tra gli altri: Caravaggio, Cristoforo Munari, Giovan Battista Recco, Rembrandt, Pieter Paul Rubens, Jusepe de Ribeira, Nicolas Poussin, Willem Cleasz, Hans von Aachen, Willem Kalf, Jan Roos e Johann Wilhelm Preyer. A circa un metro da terra è stata inserita un’ideale linea di riferimento con la disposizione delle tavole imbandite rappresentate, mentre al di sotto, in primo piano, sono state poste alcune nature morte, ingrandite rispetto ai quadri originali; al di sopra delle tavole sono state incluse le scene di genere e d’insieme, in modo da creare interessanti visioni prospettiche e ritmati punti di riferimento visivi in un continuo rimando tra dettagli macro, personaggi di noti dipinti e scene “aperte” di paesaggio.

Per la composizione esecutiva Alessia Cipolla si è avvalsa di Simonluca Spadanuda, illustratore e grafic designer, già parte del gruppo creativo de La Costruzione del Gusto.

Per l’allestimento degli arredi e della zona bancone si è voluto scegliere elementi dal design pulito ed essenziale in un interessante contrapposizione con la ricchezza visiva delle pareti.

 

 

 

I TEMI CHE HANNO ISPIRATO LE SCORSE EDIZIONI

SommelierLounge2011 “Le forme dei bicchieri
Un layout semplice ed accogliente con l’inserimento di oggetti di design in polistirolo e resina, appositamente disegnati e realizzati, che riproponevano le forme affascinanti dei bicchieri.

 

SommelierLounge2012 “Il vigneto”
Un progetto simbolico e metaforico della costruzione di una vigna, utilizzando, tra l’altro, materiale elastico che avvolgeva i calici da degustazione.

 

SommelierLounge2013 “I profumi del vino
La ricerca fisica dei sentori del vino attraverso un percorso sensoriale costruito utilizzando materiali insoliti posti all’interno dei calici da degustazione come fiori, erbe aromatiche, liquirizie, cioccolato, spezie, caramelle aromatizzate ai gusti e ai profumi che il vino sprigiona come aromi primari, secondari e terziari.

 

SommelierLounge2014 “I colori del vino”
Viene proposta una nuova interpretazione del colore rosso del vino: all’interno dell’allestimento trucchi, rossetti e altri elementi make up femminili per aggiungere una prospettiva nuova e intrigante all’idea del Colore del vino. All’interno dello spazio è stata inserita una tela bianca di tre metri, dove gli associati, utilizzando i colori acrilici rappresentanti le codificate sfumature del vino, hanno potuto esprimere messaggi o disegni dedicati all’Associazione.

 

 

SommelierLounge2015 “Bollicine”
L’anno 2015 è stato un anno particolare: si sono festeggiati i primi 50 anni dell'AIS e per celebrarli quale tema più adatto delle “Bollicine” declinato in un video dal titolo “Flying among the bubbles” appositamente girato e proiettato su una parete della lounge, in arredi e luci dalla forma sferica in modo da sottolineare e rendere fisico il concept ideato per l’evento. Nel video realizzato con la regia di Simone Savoia lo spettatore è condotto nello straordinario viaggio all’interno di un bicchiere di spumante immergendosi e liberandosi completamente nel liquido dorato, danzando e piroettando assieme alle bollicine. Un approccio e un punto di vista nuovi e coinvolgenti sull’affascinante movimento e flusso del perlage.

 

 

SommelierLounge 2016 “Bottles and cork

Come un abito sartoriale veste, protegge e definisce il carattere di chi lo indossa, bottiglia e sughero sono parti indissolubili quanto caratteristiche del loro contenuto: il vino.

Il vetro con la sua infinita duttilità e le diverse trasparenze rappresenta l’involucro del vino per eccellenza. Pulito, forte seppur delicato, riciclabile e affascinante, idealmente complementare al suo sigillo, il sughero, che con la sua naturale plasticità diventa il perfetto confine tra due mondi, due habitat che devono comunicare tra loro con parsimoniosa e attenta delicatezza.

 

 

SommelierLounge 2017 “I menu

I menu raccontano molto. Sono una fonte utile in numerosi campi di ricerca, dalla storia della cucina e della gastronomia alla sociologia, passando per quelle dell’illustrazione, dell’immagine, delle mode e dei costumi. Intesi sia come elementi cartacei sia come sequenza di portate, sono contenuto e contenitore, legati indissolubilmente l’uno all’altro.

 

ALESSIA CIPOLLA ha studiato all’ETH di Zurigo e si è laureata in Architettura all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Nel 1998 ottiene il diploma di Master per il Corso in Architettura Bioecologica A.N.A.B. a Venezia. Nel 2003 fonda lo studio di progettazione Studio Archipass, del quale è oggi Design Director, con sede a Milano occupandosi di ristrutturazioni edilizie e nel 2009 La Costruzione del Gusto, una rete di professionisti aperta e multidisciplinare che sviluppa progetti dedicati al mondo del Gusto e della Tavola. È ideatrice e docente di corsi di architettura della tavola, tema sul quale ha pubblicato il libro “Il progetto della tavola. Costruire lo spazio della convivialità” edito da FrancoAngeli nel 2015. Ha fatto parte della giuria, come esperta di estetica del piatto, per la selezione dello chef italiano per il Bocuse D’Or Europa del 2014, disegnandone il vassoio per l’edizione europea 2015. Come designer ha fatto parte del team dello chef Paolo Griffa per la selezione Bocuse d’Or Italia 2017. È docente di Interior e Food Design all’interno dei Master di numerose scuole di design, hotel management e alta cucina. Scrive per Vitae, rivista ufficiale dell’AIS su temi riguardanti architettura e design per il vino ed è responsabile editoriale Food della rivista GUEST Magazine, con articoli su hotel restaurant, restaurant design e concept restaurant. Sin dalla prima edizione fa parte della giuria del premio giornalistico “Italian Talent Award” presso la Camera dei Deputati.