Un’idea che ha preso vita nella Delegazione di Bari con la partecipazione diretta dei sommelier pugliesi e del Delegato Raffaele (Lello) Massa: “Sommelier Astemio” è il titolo di un ciclo di lezioni nell’ambito del progetto ”Sommelier senza barriere”. L’iniziativa è scaturita dall’osservazione della realtà presente nel ristorante Testecalde di Rutigliano (BA), con il sostegno della comunità di Sant’Egidio, che anche a Roma porta avanti un’esperienza simile. In questo ristorante lavorano ragazzi con disabilità che hanno dimostrato grande serietà e precisione in campo lavorativo. Lello Massa ha pensato di allargare le loro competenze con un ciclo di lezioni ad hoc pensate proprio per loro con l’ausilio di alcuni libri di testo a fumetti. Questi ragazzi saranno aiutati ad acquisire gesti e nozioni per il servizio del vino e matureranno sicurezza in se stessi. Il progetto “Sommelier Astemio” sarà basato solo sull’aspetto visivo e olfattivo della comunicazione del vino e sulle tecniche di servizio. I ragazzi infatti non possono bere alcolici di nessun genere.
Lo scorso 13 settembre nel Padiglione 18 di Apulia Lifestyle della Fiera del Levante di Bari, si è svolta la prima lezione sperimentale rivolta a dieci ragazzi. I giovani hanno esibito una serietà professionale senza confronto in un clima di entusiasmo che ha contagiato tutti i sommelier AIS presenti all’iniziativa. Sotto gli occhi di Lello, soddisfatto e sorridente come un padre, i ragazzi hanno dimostrato desiderio e capacità di imparare velocemente, abilità nei gesti, idoneità a valutare il colore e i profumi del vino e infine precisione nel versarlo con sapienza nei calici. È stata un’esperienza che ha fatto bene davvero a tutti.
L’entusiasmo potrebbe essere contagioso e diffondersi in futuro anche in altre Delegazioni con iniziative solidali dello stesso tipo.

 

 

IL VIDEO A CURA DI SIMONE SAVOIA