mercoledì 19 aprile 2017 10:30:00

L’olio è luccicante di verdolino e irradia quasi una luminosità rinfrescante. Ha una purezza olfattiva molto delicata nei toni erbacei (erba primaverile), vegetali di rucola e fruttati di mela verde, è un profumo che energizza l’essere oliva verde e s’armonizza in un’intensità olfattiva fusasi nei suoi equilibri, è ottima la sua qualità odorosa. Un gioco di finissimo ed equilibrante spirito verdeggiante disegna un gusto cesellato in toni piccanti, amari e dolci sottilmente composti in eleganza; insieme strutturano un’intensità mediamente espressiva, però il flavor gusto olfattivo resiste molto a lungo, offrendo anche ritorni floreali (fiore di sambuco), confermando l’immaturo fruttato della buccia/polpa appena tagliata di una mela Granny Smith.

È olio da cibi lussuriosi: bollito di scampi, di gamberi, di aragosta, perché il suo equilibrio premia la salvaguardia della tendenza dolce,  la abbraccia senza stringerla, la insaporisce senza graffiarla di amaro, la rinfresca con l’effetto erba aromatica.

La Casaliva è una varietà autoctona del lago di Garda che l’azienda Comincioli coltiva con particolare cura in Valtenesi, sulla sponda ovest del lago. È ottenuto previa denocciolatura in modo da premiare tutto il raffinato equilibrio amaro/piccante/dolce della cultivar, che scivola al palato e avvolge i cibi che condisce con una sinuosità untuosa straordinaria. Siamo al top, ben oltre i 95/100.

AIS Staff Writer

 

© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)