08:00
22:00

Anche a Malta avrà luogo la seconda edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, appuntamento annuale che ha l’obiettivo di promuovere a livello internazionale le tradizioni culinarie ed enogastronomiche quali segni distintivi dell’identità e della cultura italiana all’insegna di: qualità, sostenibilità, cultura, sicurezza alimentare, diritto al cibo, educazione, identità, territorio, biodiversità. L’Ambasciata e l’Istituto Italiano di Cultura hanno quest’anno collaborato con la Camera di Commercio Italo-Maltese, l’Accademia Italiana della Cucina, l’Associazione Italiana Sommelier, l’Istituto Alberghiero Olivetti, Camilleriparismode, il Ristorante “La Cantina”, le Cantine “Al-Cantara” e “Gambino vini”.

Il progetto s’integra con le azioni previste dal Piano per la promozione straordinaria del Made in Italy, promosso dal Governo al fine di potenziare la distribuzione e la presenza commerciale dei prodotti del vero agroalimentare italiano, nonché con gli obiettivi del Piano Strategico del Turismo 2017-2022, volto a dare rilievo ai territori meno conosciuti all’estero.

Per saperne di più visita il sito della Settimana della Cucina.

Nel corso della settimana l’Ambasciata e l’Istituto di Cultura proporranno una serie di iniziative che verranno via via pubblicizzati sui siti istituzionali. 

Gli assi portanti della seconda edizione saranno:

• il binomio “cucina e vino di qualità”;

• la tutela e la valorizzazione dei prodotti a denominazione protetta e controllata unitamente ad azioni di diffusione dei metodi italiani di protezione dei marchi che sviluppino iniziative di contrasto al fenomeno dell’Italian sounding;

• la promozione degli itinerari enogastronomici e turistici regionali;

• l’attenzione alla formazione nel settore alberghiero per sviluppare collaborazioni di lungo periodo tra cuochi italiani e locali;

•il sostegno alle candidature dell'arte dei pizzaiuoli napoletani e del sito “le Colline del Prosecco a Valdobbiadene” a patrimonio UNESCO;

• il sostegno alle produzioni tipiche delle Regioni colpite dal terremoto.