Rosso di Montalcino ancora Sangiovese 100%: intervista a Francesco Marone Cinzano 

giovedì 22 settembre 2011 08:30:00

Per capire meglio cosa fare, ora che dopo la votazione dell'assemblea dei soci del Consorzio del Brunello dello scorso 7 settembre il rischio di trovarsi di fronte ad un Rosso di Montalcino super tuscanizzato, santantimizzato, cabernetmerlotizzato, è stato sventato, per capire quali siano gli scenari, cosa si debba fare per ricucire la frattura che la votazione e le discussioni nelle settimane che l’hanno preceduta hanno prodotto, per ritrovare unità d’intenti e comunicare meglio la particolarità del Rosso, la sua personalità che lo distingue dal Brunello, ho pensato che fosse importante ascoltare il conte Francesco Marone Cinzano, figlio del conte Alberto Marone Cinzano che nel 1973 acquistò la storica Tenuta Col d’Orcia a Montalcino, di cui Francesco è oggi Presidente.

... leggi
 

Rosso di Montalcino, cosa fare ora ? Intervista a Stefano Cinelli Colombini 

sabato 17 settembre 2011 19:35:00

Nella recente battaglia, che ha visto ampiamente schierata per il no un vastissimo schieramento di influenti giornalisti, wine writer, opinion leader internazionali, a difesa del Rosso di Montalcino, perché restasse a base Sangiovese 100% senza il ricorso ad altri vitigni internazionali, battaglia che si è conclusa con la votazione del 7 settembre dell’Assemblea dei soci del Consorzio del Brunello, che ha visto imporsi con il 69% contro il 31% chi sosteneva che il Rosso di Montalcino dovesse rimanere com’è, si è distinto, tra i vari produttori, che hanno preso posizione, Stefano Cinelli Colombini, proprietario della storica azienda ilcinese Fattoria dei Barbi.

... leggi
 

Intervista a Luca Ballotta Un sommelier italiano in Messico 

domenica 4 settembre 2011 08:30:00

Sommelier italiani girano per il mondo e si fanno onore all’estero potrebbe essere il sommario di questa intervista a Luca Ballotta, che dalla nativa Venezia é finito ad illustrare l’arte della sommellerie nientemeno che nel lontano Mexico. Un Paese non solo dall’indubbia vocazione turistica, ma anche un produttore di vino e una terra dove i consumi di vino e la passione per il vino sono in aumento. Come perdere dunque l’occasione di farci raccontare da Ballotta il proprio itinerario professionale e come vadano le cose, anche per i vini italiani, in terra messicana? Buona lettura!

... leggi
 
© Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)